DIVIETO PAGAMENTO DELLA RETRIBUZIONE IN CONTANTI

01 Lug 2019
da Confcommercio Gallarate e Malpensa
Confcommercio Gallarate e Malpensa - Notizie Fiscali

Ricordiamo che, dal 1° luglio 2018 i datori di lavoro privati (a prescindere dalla forma giuridica) ed i committenti non possono più corrispondere la retribuzione/compenso ai lavoratori (dipendenti, collaboratori e soci di cooperativa), o loro anticipi, per mezzo di denaro contante.

La retribuzione/compenso deve essere corrisposta tramite una banca o un ufficio postale utilizzando esclusivamente una delle seguenti modalità:

- bonifico sul conto identificato dal codice IBAN indicato dal lavoratore;

- strumenti di pagamento elettronico;

- pagamento in contanti presso lo sportello bancario/postale dove il datore di lavoro ha aperto un c/c di tesoreria con mandato di pagamento;

- emissione di assegno consegnato direttamente al lavoratore o, in caso di suo comprovato impedimento, ad un suo delegato.

In caso di violazione di tale obbligo trova applicazione una sanzione amministrativa da 1.000 a 5.000 euro.