ANTICIPO PENSIONISTICO, OPZIONE DONNA, TASSA LIBRI SOCIALI

29 Feb 2020
da Confcommercio Gallarate e Malpensa
Confcommercio Gallarate e Malpensa - Notizie Fiscali

-- ANTICIPO PENSIONISTICO

"APe sociale" - proroga fino al 31 dicembre 2020

Prosegue per tutto l’anno la sperimentazione dell’APe sociale. Tre le scadenze per presentare domanda: il 31 marzo, il 15 luglio e il 30 novembre. Possono fare domanda tutti coloro che hanno perfezionato i requisiti negli anni precedenti, ma non ne hanno fatto richiesta. l’Inps, con il Messaggio n. 163 del 17 gennaio 2020, rende noto che sono aperti i termini 2020 per fare domanda dell’anticipo pensionistico APe Sociale, recependo così la proroga della sperimentazione al 31 dicembre 2020, come stabilito dalla Legge di Bilancio (articolo 1, comma 473). Pertanto sin da ora possono presentare domanda di riconoscimento delle condizioni di accesso all’APe sociale coloro che, nel corso del 2020, maturano tutti i requisiti e le condizioni previste dalla legge, ovvero: età anagrafica pari almeno a 63 anni - contributi previdenziali non inferiori a 30 anni (o 36 anni di contributi per i lavori gravosi).

-- PENSIONI: OPZIONE DONNA ESTESA AL 2020

Anche nel 2020 le donne lavoratrici potranno anticipare i tempi della pensione, esercitando “opzione donna”.

Lo prevede la legge di Bilancio 2020 che ha esteso la possibilità per le lavoratrici che hanno compiuto, alla data del 31 dicembre 2019, 58 anni di età se dipendenti e 59 anni di età se autonome e che siano in possesso di 35 anni di contributi.

Le lavoratrici che hanno perfezionato i requisiti anagrafici e contributivi e scelgono opzione donna devono, però, considerare che subiranno una riduzione di circa il 30 per cento dell’assegno pensionistico e che il trattamento verrà erogato dopo 12 mesi dal raggiungimento del diritto se dipendenti e 18 mesi se autonome.

Per ulteriori approfondimenti potete contattare gli uffici 50 e più Enasco.

-- VERSAMENTO TASSA LIBRI SOCIALI 2020

Entro il prossimo 16.3.2020, le società di capitali, come di consueto, sono tenute al versamento della tassa annuale per la vidimazione dei libri sociali.

L’importo dovuto è collegato all’ammontare del capitale sociale alla data dell’1.1.2020 ed è pari a:

− € 309,87 se il capitale o il fondo di dotazione non è superiore a € 516.456,90;

− € 516,46 se il capitale o il fondo di dotazione supera € 516.456,90.