​LE NUOVE REGOLE PER IL PERIODO NATALIZIO

23 Dic 2020
da Confcommercio Gallarate e Malpensa
Confcommercio Gallarate e Malpensa -  Notizie dall'Associazione

Regione Lombardia è in Zona Gialla e lo rimarrà fino a mercoledì 23 dicembre 2020. Da Giovedì 24 dicembre invece tutta Italia dovrà rispettare le nuove regole generali:

(link utili: SITO DELLA REGIONE LOMBARDIA)

Italia sarà in zona rossa dal 24 al 27 dicembre, arancione dal 28 al 30 dicembre, di nuovo rossa dal 31 al 3 gennaio, poi arancione il 4 gennaio, quindi nuovamente rossa il 5 e 6 gennaio. Dal 7 gennaio 2021 si torneranno a applicare le norme per regioni, quindi Lombardia di nuovo in Zona Gialla (salvo nuove disposizioni).

Queste infatti sono le nuove misure approvate dal Governo che dal 24 dicembre al 6 gennaio ha decretato su tutto il territorio nazionale la zona rossa nei giorni festivi e prefestivi e la zona arancione nei giorni lavorativi.

Previste dal Governo due deroghe, La prima per ricongiungimenti familiari limitati nei giorni di zona rossa: saranno possibili visite in abitazioni private per un massimo di due persone, una misura non limitata ai giorni di Natale ma valida per tutti i dieci giorni in cui il paese sarà in stato di lockdown e per la quale non conteranno gli under 14.

La seconda per i piccoli Comuni (sotto i 5 mila abitanti) dove si potrà circolare nei giorni in zona arancione per un raggio massimo di 30 chilometri.

Le singole Regioni hanno facoltà di attuare provvedimenti, ma solo se ulteriormente restrittivi rispetto alle misure governative.

PERIODO GIALLO

FINO A MERCOLEDI' 23 DICEMBRE 2020

SPOSTAMENTI

E' possibile fuori dal proprio Comune senza autocertificazione. Rimane però in vigore il coprifuoco: gli spostamenti sono consentiti solo dalle 5 alle 22. Durante il coprifuoco ci si può spostare solo per comprovati motivi di lavoro, salute e necessità. Rimane comunque la raccomandazione di limitare i propri spostamenti a quelli necessari.

Nel periodo dal 21 dicembre al 23 dicembre possiamo spostarci liberamente solo all'interno della propria provincia.

Il transito nelle aree rosse o arancioni è consentito liberamente (dalle 5 alle 22) se si è diretti in altri territori che si trovino in zona gialla, senza necessità di motivazione. È invece possibile raggiungere una zona rossa o arancione solo per comprovate esigenze lavorative, situazioni di necessità o motivi di salute.

SERVIZI DI RISTORAZIONE

Sono aperti bar, pub, ristoranti, gelaterie, pasticcerie dalle 5 alle 18. Consumo al tavolo per un massimo di quattro persone, salvo i conviventi.

L’asporto è consentito fino alle 22 con divieto di consumazione sul posto o nelle vicinanze. La consegna a domicilio con prevede restrizioni, se non quelle orarie (dalle 22 alle 5).

NEGOZI E CENTRI COMMERCIALI

Tutti gli esercizi commerciali al dettaglio possono prolungare l’orario di apertura fino alle 21. Nelle giornate festive e prefestive rimangono chiusi i negozi all’interno dei centri commerciali, tranne le farmacie, parafarmacie, negozi di generi alimentari, edicole e tabacchi.

TRASPORTI, SCUOLA, SPORT E CULTURA

Sui mezzi pubblici ci continua a viaggiare con il 50% di capienza (ad eccezione dei trasporti scolastici). Nelle scuole superiori e professionali la didattica continuerà ad essere a distanza fino al 7 gennaio, data a partire dalla quale, come stabilito dal 'Dpcm Natale', queste scuole potranno riaprire. Ancora chiuse anche le università; mentre rimangono ovviamente aperte tutte le altre scuole di ordine e grado. Anche in zona gialla mostre e musei restano inaccessibili. Restano chiusi, inoltre, anche cinema, teatri, centri ricreativi e sociali, palestre, piscine, sale giochi, sale scommesse, bingo. Riaprono i centri sportivi dove però è consentito allenarsi solo all'aperto e rispettando il distanziamento (rimane vietato lo sport di contatto).

PERIODO ARANCIONE

Nei giorni 28-29-30 dicembre 2020 e 4 gennaio 2021 si applicano le disposizioni valide per le “zone arancioni”.

Sono quindi vietati tutti gli spostamenti in entrata e in uscita dal territorio regionale e tutti gli spostamenti in un comune diverso da quello di residenza, domicilio o abitazione, ad eccezione di quelli motivati da comprovate esigenze lavorative, situazioni di necessità o motivi di salute.

Sono consentiti gli spostamenti dai comuni con popolazione non superiore a 5000 abitanti e per una distanza non superiore a 30 chilometri dai relativi confini, con esclusione in ogni caso degli spostamenti verso i capoluoghi di provincia.

All’interno del proprio comune è consentito spostarsi dalle ore 5 alle ore 22 senza dover motivare lo spostamento. Dopo le ore 22 sono vietati tutti gli spostamenti, ad eccezione di quelli motivati da comprovate esigenze lavorative, situazioni di necessità o motivi di salute.

Per giustificare gli spostamenti verso altre regioni o comuni diversi da quello di residenza, domicilio o abitazione, così come per gli spostamenti notturni, sarà necessario esibire una autodichiarazione.

Sono sospese le attività dei servizi di ristorazione fra cui bar, pub, ristoranti, gelaterie, pasticcerie. L’asporto è consentito fino alle ore 22.00 con divieto di consumazione sul posto o nelle adiacenze. Per la consegna a domicilio non ci sono restrizioni.

Le attività commerciali al dettaglio si svolgono a condizione che sia assicurato, oltre alla distanza interpersonale di almeno un metro, che gli ingressi avvengano in modo dilazionato e che venga impedito di sostare all'interno dei locali più del tempo necessario all'acquisto dei beni.

Non sono previste limitazioni alle categorie di beni vendibili.

PERIODO ROSSO

Nei giorni 24-25-26-27-31 dicembre 2020 e 1-2-3-5-6 gennaio 2021 si applicano le disposizioni valide per le “zone rosse”.

Sono quindi vietati tutti gli spostamenti in entrata e in uscita dal territorio regionale, verso un comune diverso da quello di residenza, domicilio o abitazione e gli spostamenti all’interno del comune stesso, ad eccezione di quelli motivati da comprovate esigenze lavorative, situazioni di necessità o motivi di salute.

Per giustificare gli spostamenti verso altre regioni o comuni diversi da quello di residenza, domicilio o abitazione, così come per gli spostamenti all’interno del proprio comune, sarà necessario esibire una autodichiarazione.

Lo spostamento verso le abitazioni private è consentito una sola volta al giorno, in un arco temporale compreso fra le ore 05:00 e le ore 22:00, verso una sola abitazione ubicata nella medesima regione. Lo spostamento è consentito nei limiti di due persone, ulteriori rispetto a quelle già conviventi, oltre ai minori di anni 14 sui quali tali persone esercitino la potestà genitoriale e alle persone disabili o non autosufficienti conviventi.

Sono sospese le attività dei servizi di ristorazione fra cui bar, pub, ristoranti, gelaterie, pasticcerie. L’asporto è consentito fino alle ore 22.00 con divieto di consumazione sul posto o nelle adiacenze. Per la consegna a domicilio non ci sono restrizioni.

Sono sospese le attività commerciali al dettaglio (negozi), sia di vicinato che nelle medie e grandi strutture di vendita. Rimangono aperti: negozi di generi alimentari, edicole, tabaccai, farmacie, parafarmacie e le altre attività di vendita individuate nell’allegato 23 del DPCM di seguito l'elenco:

COMMERCIO AL DETTAGLIO

  • Esercizi non specializzati con prevalenza di prodotti alimentari e bevande (ipermercati, supermercati, discount di alimentari, minimercati ed altri esercizi non specializzati di alimenti vari)
  • Prodotti surgelati
  • Esercizi non specializzati di computer, periferiche, attrezzature per le telecomunicazioni, elettronica di consumo audio e video, elettrodomestici
  • Prodotti alimentari, bevande e tabacco in esercizi specializzati (codici ateco: 47.2), ivi inclusi gli esercizi specializzati nella vendita di sigarette elettroniche e liquidi da inalazione
  • Carburante per autotrazione in esercizi specializzati
  • Apparecchiature informatiche e per le telecomunicazioni (ICT) in esercizi specializzati (codice ateco: 47.4)
  • Dettaglio di ferramenta, vernici, vetro piano e materiali da costruzione (incluse ceramiche e piastrelle) in esercizi specializzati
  • Articoli igienico-sanitari
  • Macchine, attrezzature e prodotti per l’agricoltura e per il giardinaggio
  • Articoli per l’illuminazione e sistemi di sicurezza in esercizi specializzati
  • Libri in esercizi specializzati
  • Giornali, riviste e periodici
  • Articoli di cartoleria e forniture per ufficio
  • Confezioni e calzature per bambini e neonati
  • Biancheria personale
  • Articoli sportivi, biciclette e articoli per il tempo libero in esercizi specializzati
  • Autoveicoli, motocicli e relative parti ed accessori
  • Giochi e giocattoli in esercizi specializzati
  • Medicinali in esercizi specializzati (farmacie e altri esercizi specializzati di medicinali non soggetti a prescrizione medica)
  • Articoli medicali e ortopedici in esercizi specializzati
  • Cosmetici, di articoli di profumeria e di erboristeria in esercizi specializzati
  • Fiori, piante, bulbi, semi e fertilizzanti
  • Animali domestici e alimenti per animali domestici in esercizi specializzati
  • Materiale per ottica e fotografia
  • Combustibile per uso domestico e per riscaldamento
  • Saponi, detersivi, prodotti per la lucidatura e affini
  • Articoli funerari e cimiteriali
  • Commercio al dettaglio ambulante di: prodotti alimentari e bevande; ortofrutticoli; ittici; carne; fiori, piante, bulbi, semi e fertilizzanti; profumi e cosmetici; saponi, detersivi ed altri detergenti; biancheria; confezioni e calzature per bambini e neonati
  • Commercio al dettaglio di qualsiasi tipo di prodotto effettuato via internet, per televisione, per corrispondenza, radio, telefono
  • Commercio effettuato per mezzo di distributori automatici

SERVIZI ALLA PERSONA

  • Lavanderia e pulitura di articoli tessili e pelliccia
  • Attività delle lavanderie industriali
  • Altre lavanderie, tintorie
  • Servizi di pompe funebri e attività connesse
  • Servizi dei saloni di barbiere e parrucchiere